Il Monumento

Bifore e stemmi

Sulla facciata, in conci di pietra squadrata, si apre l'ampio e severo portale gotico che presenta nell'arco sesto acuto un intaglio di foglie radiali che ritornano nella piccola porta laterale. Nella parte superiore della facciata fanno bella mostra due bifore: quella a destra divisa da una colonnina con fusto ottagonale sormontata da un capitello decorato con fogliame; la colonnina, a fusto cilindrico, di quella posta a sinistra è collocata invece su figura antropomorfa su corpo animale sporgente. Due leoni, simili a quest’ultimo, affiancano lateralmente le bifore, mentre, all'estremità sinistra della facciata, il bassorilievo raffigurante il leone che agguanta l'agnello allude eloquentemente, con significato di monito, al potere supremo esercitato dai Cantelmo sulla popolazione. 
La parte più insigne e suggestiva dell'intera facciata è rappresentata, però, dalla serie di stemmi intervallati da bassorilievi che compongono un fregio di grande effetto plastico.
Gli stemmi, in tutto otto, mostrano le insegne della casata D'Angiò /Artois (il giglio), dei Cantelmo (il leone rampante "addestrato") e delle famiglie con loro imparentate.   
Si alternano agli stemmi sei bassorilievi scolpiti su pietra locale inseriti in un doppio arco  trilobato, raffiguranti belve, mostri e figure umane; un ulteriore bassorilievo, raffigurante un rosone, è infine collocato sul portale ogivale, tra il sesto e il settimo stemma.


 

Taverna Ducale | PortaleTaverna Ducale | Leone Antropomorfo della biforaTaverna Ducale | Leone aggettanteTaverna Ducale | Leone aggettante 1Taverna Ducale | IscrizioneTaverna Ducale | FinestrinaTaverna Ducale | Portale UniversitàTaverna Ducale | Leone bassorilievo