Modello femminile

Modello Femminile
Appartenenza oggetto
Proprio
Categoria
Scultura
Nazione, Regione, Provincia
Italia
Città
Popoli (PE)
Luogo di conservazione
Taverna Ducale
Luogo di collocazione
Pianterreno
Materia e tecnica
Pietra
Datazione
Epoca romana
Provenienza
Popoli - Corfinio
Dimensioni
cm 130

Descrizione breve

Il modello rappresenta una figura femminile panneggiata.
Le statue di epoca romana in pietra calcarea appartengono ad una tipologia molto diffusa nell'Italia romanizzata: posta in luoghi pubblici o in edifici privati, spesso funerari, erano eseguite "in serie" e poi caratterizzate dall'inserzione della testa - ritratto, perduta nel caso delle statue esposte. 

Recuperato nel 1953 da Cesare Occhiolini e Leonardo Quatraro presso la Villa “Giardino” dei Cantelmo dove erano collocati entro delle nicchie nel giardino della residenza estiva della famiglia feudale insediatasi a Popoli nel XIII secolo. Con enorme fatica fu trasportato all'interno della Taverna Ducale dove oggi fa bella mostra nell'esposizione museale realizzata al pian terreno (1994-1997). La villa, che sorgeva nei pressi delle sorgenti del fiume Giardino, da cui il nome, fu edificata , probabilmente, nella seconda metà del XVI secolo e accoglieva anche un ninfeo. Oggi a noi resta un muro come testimonianza dell'antico edificio che si suppone fosse arricchito da suggestivi giochi d'acqua. Il cardinale Giacomo Cantelmo, morto l'11 dicembre 1702, figlio di Fabrizio e Beatrice Brancia dei Duchi di Belvedere, raccolse nella villa-museo statue, lapidi, monete e altro materiale proveniente dai dintorni e dalla vicina Corfinio. La testimonianza di Leonardo Quatraro (com. or. 2007) conferma quanto già riportato da Michele Torcia nel suo Saggio del 1793 in cui si legge: “Nel giardino del Duca a Popoli vedonsi molte statue antiche lagrimevolmente maltrattate.... In detto giardino a Popoli.... e due personaggi mozzi di testa.”

 

Bibliografia

A. Di Loreto, A. Ghisetti Giavarina, D. Tessitore, Popoli le pietre l'acqua la gente, Sigraf, Pescara 1990, pp. 40-42

Cicone, Vita del Cardinale Cantelmo, ms.

M. Torcia, Saggio itinerario nazionale pel paese d'Peligni, Napoli, 1793, p. 87